Arredamento

Perché il benessere in ufficio inizia dalla scelta dei mobili

Creare un ambiente di lavoro stimolante dove ogni singolo dipendente è ben disposto a trascorrere del tempo non è un traguardo impossibile

Si può essere felici di andare a lavoro e di trascorrere del tempo insieme ai colleghi. Creare un ambiente di lavoro stimolante dove ogni singolo dipendente è ben disposto a trascorrere del tempo non è un traguardo impossibile: il raggiungimento di questa condizione di benessere dipende dalle piccole cose e dalla cura dei dettagli.

La scelta dei mobili per l’ufficio, ad esempio: rifletti un secondo. Una scrivania ampia e spaziosa con cassettiere e contenitori vari per raccogliere documenti e pratiche di cui hai bisogno, una stanza luminosa, una poltrona da ufficio ergonomica e pareti dalle tonalità tenui: questo è uno spazio di certo preferibile ad uffici cupi, con un arredo improvvisato dove è difficile fare qualsiasi movimento. La prima “regola” da tenere a mente è questa: nulla per scontato.

“E luce fu”, perché tutto inizia da qui

L’illuminazione è il primo elemento che influisce sulle sensazioni che una persona prova quando, per la prima volta, entra in una stanza.

Cerca di adottare soluzioni di arredamento che ti permettano di sfruttare il più possibile la luce naturale: accertati che ogni stanza abbia delle finestre ampie ma scegli con cura le caratteristiche della tua illuminazione artificiale: è importante che sia il più simile possibile a quella solare.

 Nelle giornate invernali più buie è importante che ogni dipendente abbia la giusta luce per non sfruttare troppo la vista!

 Ad ognuno la sua scrivania per l’ufficio

Il prodotto più acquistato tra i mobili ufficio è senza ombra di dubbio la scrivania: con un piano di lavoro in vetro per manager e dirigenti, in legno per gli amanti dello stile classico, con dettagli e finiture in alluminio per i moderni e temerari …

Il mercato è ricco di proposte ed è in questa giungla che l’aiuto di un rivenditore specializzato in mobili da ufficio ha lo stesso valore di un oasi con tanta acqua per un esploratore che si è perso nel deserto!

Non esiste una scrivania adatta a tutti ed è per questo che ti consiglio di pensare sempre alla destinazione d’uso del prodotto che stai per acquistare, alle caratteristiche della persona che la utilizzerà e, chiaramente, al ruolo che ricopre in azienda.

Tieni sempre a mente che la scrivania deve adattarsi alla persona che la occupa e non il contrario: prova a pensare a soluzioni elevabili elettricamente! 

L’ABC della postura in ufficio

Non perdere d’occhio l’ergonomia neanche quando devi acquistare le varie sedute: una postura corretta inizia proprio da una sedia da ufficio di qualità!

La posizione corretta è possibile nel momento in cui possono essere regolati: schienale, braccioli, profondità della seduta, altezza e supporto della zona lombare.

In presenza di questi elementi si assicura una condizione di ergonomia e si aiuta la persona che dovrà utilizzare quella postazione di lavoro ad evitare problemi di postura, mal di schiena e via dicendo.

Le “battute finali” del percorso di scelta dei mobili per l’ufficio

Arrivati a questo punto il tuo ufficio inizia a prendere forma ma, molto probabilmente, manca qualcosa. Pensare all’ufficio come alla propria casa può certamente aiutare nella scelta di dettagli come: piante, quadri, mensole, librerie, scaffali e cassettiere.

Anche la scelta del colore delle pareti è molto importante nella creazione di un ambiente lavorativo accogliente: tinte pastello aiutano ad infondere nelle persone calma e tranquillità al contrario delle tinte più scure che rendono l’ambiente più cupo.

In questo momento più che un rivenditore specializzato di mobili da ufficio potrebbe esserti utile un esperto di interni e se non rientra nel tuo budget di spesa segui il tuo istinti: l’ufficio è lo specchio della tua anima e della tua azienda, lascia che sia lui a parlare!

Tags

Articoli collegati