Innovazioni

Sirena antifurto per esterno: tutte le valutazioni da fare per una corretta installazione

Gli aspetti da prendere in considerazione per una corretta installazione

Proteggere la propria abitazione da eventuali furti o effrazioni è ormai diventato un problema che tutti gli inquilini si trovano ad affrontare, sia che la casa sia di loro proprietà sia che essi vivano in un appartamento in affitto. Infatti ormai i ladri non prendono di mira solo le ville dall’aspetto lussuoso e imponente, ma anche villette a schiera, appartamenti e condomini di modeste dimensioni.

Se prima i malviventi andavano alla ricerca di gioielli e tv, adesso sono contanti, cellulari e altri strumenti elettronici di valore ad essere nel loro mirino, perché possono essere facilmente trasportati e riveduti. In genere i ladri con una certa esperienza effettuano dei sopralluoghi negli appartamenti o nelle case che intendono derubare prima del colpo, per valutare se effettivamente c’è da guadagnare, quali sono le abitudini degli inquilini, e soprattutto quali sono i sistemi di sicurezza presenti.

Per questo motivo, se avete intenzione di installare una sirena antifurto per esterno, dovete fare in modo che sia ben visibile ai malviventi, per disincentivarli dal prendere di mira la vostra abitazione. In questa breve guida vi illustreremo alcune valutazioni da fare per una corretta installazione della vostra sirena; in particolare risponderemo alle domande:

  • Dove installare la sirena
  • Che tipo di prodotto installare
  • A chi rivolgersi per l’installazione

La sirena antifurto per esterno ha la funzione di allertare i vicini o chi si trova nei pressi dell’abitazione che è avvenuta un’effrazione, o che c’è stato un tentativo di manomettere l’antifurto stesso. Deve dunque essere posizionata in un punto che affacci sulla strada, in modo che il suono di allarme raggiunga il maggior numero di persone. Non ha senso infatti installare la sirena su un lato della casa che affaccia verso una zona isolata, anche se il suono può diffondersi per diversi metri.

Inoltre per funzionare come deterrente, deve essere ben visibile anche per i ladri.
Visibile però non significa certo facile da raggiungere. Il nostro consiglio su dove posizionare la sirena è infatti quello di scegliere un luogo bel visibile, ma che sia anche difficile da raggiungere per i malviventi, in genere in alto. Oltre a rendere difficoltoso, se non impossibile, l’accesso ai ladri, un apparecchio acustico collocato in alto diffonderà anche meglio il suono d’allarme. Per chi abita ai piani elevati o comunque ha un balcone o un terrazzo, sconsigliamo di posizionarla nelle loro immediate vicinanze.

Nell’acquisto della sirena, valutate anche la possibilità di installarne più di una, su ciascun lato dell’abitazione che affaccia su una strada.

Rispondere alla seconda domanda è un po’ più difficile: il tipo di prodotto dipende ovviamente dalle vostre esigenze. Ci sono però alcune considerazioni generali che valgono per tutte le tipologie di sirena. Innanzitutto, scegliete sempre un modello che sia dotato di sistemi antimanomissione, antischiuma, antistrappo e anti-apertura, perché – anche se collocate l’allarme in una posizione strategica – i ladri più esperti troveranno il modo di raggiungere la sirena. Questi sistemi di antisabotaggio fanno in modo che l’allarme entri in funzione se qualcuno prova a forzare o appunto manomettere la sirena.

Un altro consiglio per l’acquisto è quello di scegliere una sirena che, oltre all’impianto di segnalazione acustica, abbia anche dei segnalatori luminosi: le luci servono ad indicare con precisione ai vicini e alle forze dell’ordine accorse sul posto in quale casa è scattato l’allarme. A causa della propagazione del suono spesso è difficile individuare da dove parte il segnale: in un condominio o in un parco residenziale, la presenza di luci stroboscopiche è un indicatore di vitale importanza.

Valutate anche se il prodotto che avete acquistato permette di programmare e personalizzare la durata e l’intensità del suono d’allarme: in alcune zone, per non incorrere in sanzioni per disturbo della quiete pubblica, è necessario impostare il volume dell’allarme sotto una determinata soglia (in genere sotto i 120 dB).

Infine, vediamo a chi rivolgersi per l’installazione. Molti prodotti possono essere installati in autonomia: se avete una buona manualità e non avete paura dell’altezza, potete facilmente posizionare da soli la sirena. Tuttavia vi consigliamo sempre di rivolgervi ad una ditta specializzata: alcuni produttori di sirena d’allarmi offrono anche il servizio di installazione a cura dei propri tecnici. Non solo sono molto più pratici in quest’operazione, ma soprattutto conoscono bene il prodotto, e sapranno installarlo nel luogo ideale in tutta sicurezza, accertandosi che i sistemi anti-strappo e anti-apertura siano correttamente posizionati.

Tags

Articoli collegati