News

Bonus ristrutturazioni 2020 ed ecobonus

Una casa con un isolamento termico approssimativo o più in generale in una classe energetica bassa, spreca energia e quindi denaro e impatta di più sull’ambiente

La casa è una delle principali voci di spesa degli italiani e non si parla solo di affitti o mutui, ma di tutto ciò che serve per renderla bella, accogliente e funzionale, come l’acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ci sono spese ordinarie e spese straordinarie, come quelle per una ristrutturazione o per altri interventi, coma ad esempio un cambio di infissi o di elettrodomestici, che vanno viste per certi versi come un vero e proprio investimento, visto che nel medio e lungo periodo permettono di avere un notevole risparmio economico, oltre che di ridurre l’impatto che ognuno di noi ha sull’ambiente.

Una casa con un isolamento termico approssimativo o più in generale in una classe energetica bassa, spreca energia e quindi denaro e impatta di più sull’ambiente. Investire in infissi nuovi, così come in tapparelle di ultima generazione e in elettrodomestici in Classe A, permette di ridurre i consumi energetici, senza cambiare le proprie abitudini, anzi migliorando il confort e l’efficienza delle nostre case.

Sostituire delle tapparelle, delle porte blindate o altre soluzioni, che migliorano la sicurezza e l’efficienza della casa può essere conveniente se si sa come sfruttare al meglio le agevolazioni previste. Cercate fabbro Milano, Roma, Palermo o dovunque viviate, per trovare subito un professionista che potrà aiutarvi e fornirvi un preventivo. Per quanto riguarda la parte fiscale, consultate invece il vostro commercialista di fiducia o affidatevi ad un CAF.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha deciso che i bonus per le ristrutturazioni e il cosiddetto ecobonus non solo saranno prorogati per il 2022, ma diventeranno strutturali, ovvero dovrebbero venire sempre riconfermati, senza attendere ogni anno la relativa proroga. Ad ogni modo il Bonus Casa previsto dalle legge di Bilancio 2020 permette una detrazione IRPEF del 50% di quanto speso per ristrutturare casa, fino ad un massimo di 96.000 euro. Prorogati anche l’ecobonus, il bonus mobili e quello per il verde, che prevede agevolazioni per i lavori fatti su giardini e balconi (sia privati che condominiali).

Interessante anche il bonus per le facciate, che nel 2020 permette di avere una detrazione dei costi sostenuti (e documentati) per il rifacimento della facciata, che arriva a ben i 90%. Per ottenere tutte le detrazioni previste dai vari bonus è fondamentale affidarsi a professionisti o aziende specializzate, che emettano regolare fattura e pagare la stessa con modalità tracciabili, come il bonifico bancario. Il nome dell’intestatario della fattura dovrà essere lo stesso di chi ha effettuato il pagamento e di chi chiede la detrazione in sede di dichiarazione dei redditi.

Tags

Articoli collegati