News

Come diventare fabbro in una grande città come Milano

Il mestiere del fabbro è molto antico e ancora oggi può dare buone opportunità e soddisfazioni sul piano lavorativo

Il mestiere del fabbro è molto antico e ancora oggi può dare buone opportunità e soddisfazioni sul piano lavorativo. Come altri lavori manuali o comunque artigianali è stato lungamente sottovalutato dai giovani, in particolare negli ultimi decenni, ma le cose stanno lentamente cambiando e oggi cresce l’interesse per questa e altre professioni, in particolare proprio da parte dei più giovani, che nonostante un diploma o una laurea faticano in molti casi a trovare un lavoro che possa dare loro una certa soddisfazione e sicurezza economica.

Molte persone ogni giorno si rivolgono a Google o altri motori e cercano fabbro Milano o simili. Senza dubbio la gran parte di queste ricerche è effettivamente finalizzata a trovare un fabbro in città, ma c’è anche chi desidera avere maggiori informazioni su come avviare la propria attività di fabbro. Un fabbro è un artigiano che crea oggetti di metallo, attraverso vari processi, come la forgiatura. Tra i lavori che più comunemente vengono effettuati da un fabbro ci sono cancelli di ferro battuto, griglie e ringhiere, mensole, attrezzi, oggetti decorativi o sculture, utensili, chiavi e serrature.

Il modo migliore per iniziare a lavorare come fabbro, sia che ci si trovi in una grande città come Milano o in un piccolo centro, è senza dubbio quello di svolgere un periodo di apprendistato presso una bottega artigiana, avendo l’affiancamento di fabbri più esperti, grazie al quale acquisire dimestichezza con gli strumenti del lavoro e fare adeguatamente pratica.

C’è anche la possibilità di seguire appositi corsi di formazione, che rilasciano una specifica qualifica professionale riconosciuta a livello regionale o nazionale. Il fabbro deve infatti avere precise conoscenze tecniche, come quelle: chimico-fisiche dei metalli, della normativa in materia di sicurezza e igiene e anche nozioni di meccanica generale e termodinamica. Non è per nulla un lavoro facile o banale, molto dipende poi come ovvio anche dal settore nel quale ci si vuole specializzare e si andrà ad operare. Oltre alla teoria serve poi come ovvio tanta pratica, un buon fabbro deve saper applicare le tecniche e usare gli strumenti di fabbricazione e manutenzione e deve conoscere i trattamenti effettuati sui vari prodotti e materiali prima di intervenire.

Senza dubbio chi desidera fare il fabbro deve avere una buona dose di manualità, essere una persona precisa, avere una certa forza fisica, ma anche una buona dose di creatività e aver investito adeguatamente sulla sua formazione. La domanda di fabbri al momento, anche in una grande città come Milano, supera l’offerta, pertanto un giovane che decide di intraprendere questa professione, si forma adeguatamente e fa pratica in una bottega artigiana avrà ottime opportunità di avviare una propria attività con buone soddisfazioni.

Tags

Articoli collegati