News

Quanto vale oggi il proprio immobile?

Farsi valutare la propria casa grazie agli esperti in rete

Quando si tratta di vendere casa si ha sempre l’esigenza di definire il suo valore per capire così a quanto venderlo. La cifra iniziale infatti può essere ben diversa da quella che si è pagata per acquistarla. La casa potrebbe essersi svalutata o, in altri casi, sopravvalutata. I motivi possono essere diversi: una zona è andata perdendo di valore o si è riquotata positivamente per l’arrivo di nuovi servizi o altro.

Conoscere il valore della casa, tuttavia, è importantissimo sia per chi deve vendere che per chi deve comprare. Sapere quanto deve costare la casa che si mette in vendita è importante per sapere la cifra di vendita e per trovare un accordo con l’agenzia. Sapere quanto vale un immobile che si vuole comprare aiuterà invece per le trattative.

Una prima stima online

Una prima stima si può fare utilizzando i simulatori per la valutazione dell’immobile online. Attenzione ai simulatori, però, che danno un risultato in automatico senza che quindi i vari parametri passino sott’occhio a un agente immobiliare o a un esperto. Un sistema di valutazione serio è quello dove ricevete una valutazione, benché approssimativa sino a quando non si vede fisicamente la casa, via email dopo una revisione dei dati forniti da una persona esperta. In questo modo il margine di errore è contenuto.

Ci sono cose che solo un esperto del settore può sapere e non c’è software con risposta automatica che possa agire allo stesso livello. Le variabili che incidono sul prezzo della casa, infatti, sono innumerevoli e difficili da comprendere da una persona non del settore.

Se le informazioni fornite invece passano sotto mano a un agente immobiliare, questi potrà anche eventualmente chiedere dati mancanti alla persona, così da fare una quotazione quasi perfetta. È chiaro, tuttavia, come anticipato, che per avere una cifra finale precisa è meglio far visionare l’appartamento.

Dati oggettivi e dati soggettivi

La valutazione di un immobile non è cosa semplice, per questo ci vuole sempre un parere esperto. In una compravendita, infatti, ci sono variabili sia soggettive che oggettive. Le prime tenderanno a far coincidere il prezzo della valutazione con quello a cui si proverà a vendere l’immobile. Tali variabili possono essere la fretta di vendere, ad esempio. Le variabili oggettive sono invece il valore nel mercato di quella zona (al metro quadrato), la superficie commerciale, la tipologia di casa etc.

Nel settore anche la cosa più semplice cela in realtà, rompicapi difficili da gestire. La superficie commerciale, ad esempio, non è un’informazione semplice da calcolare visto che diverse parti della casa hanno un peso diverso: balconi, giardini, garage contano meno, ma solo fino a una determinata dimensione in metri quadri dell’appartamento. E così via. Da un comune all’altro o in alcuni casi da un quartiere all’altro di una città i prezzi variano anche non di poco al metro. Un nuovo servizio in quella zona può incrementare tale valore, così l’aumentato livello di criminalità (ad esempio) potrebbe deprezzare.

Tags

Articoli collegati